News ed eventi

Inasprite le misure cantonali contro il coleottero giapponese

È un insetto aggressivo che danneggia oltre 100 piante, tra cui pomodori, vite e fragole, e distrugge i prati erbosi.

La Sezione cantonale dell’agricoltura ha inasprito i provvedimenti per arginare la diffusione in Ticino della Popillia japonica, un coleottero asiatico, simile al maggiolino, estremamente invasivo per la nostra vegetazione e per la nostra agricoltura.

 

La diffusione in Europa e in Ticino della popilia giapponese è da evitare in quanto si tratta di un organismo di quarantena estremamente vorace: è considerato dannoso su più di 100 piante sia coltivate sia spontanee tra cui, ad esempio, pomodoro, nocciolo, vite, pero, pesco e fragole.

 

Le larve vivono nel terreno e nutrendosi di graminacee distruggono i tappeti erbosi, mentre gli adulti, aggregandosi, sono in grado di defogliare piante selvatiche, piante coltivate e ornamentali.

 

Nonostante gli sforzi intrapresi, sono aumentate sia le catture nei siti di monitoraggio, sia quelle nell’intero periodo di volo dell’insetto in altre trappole poste. Ciò significa che la presenza di questo insetto non è accidentale e che pertanto il focolaio si è allargato.

 

La Sezione dell’agricoltura, su mandato dell’Ufficio federale dell’agricoltura e su proposta del Servizio fitosanitario cantonale, ha dovuto, di conseguenza, ridefinire le zone e inasprire le misure di contenimento con l’obiettivo di arginare l’ulteriore diffusione sul nostro territorio della popillia giapponese.

 

Dove si trova in Ticino

La zona focolaio comprende attualmente Stabio, Novazzano e il quartiere mendrisiense di Genestrerio, mentre la zona di lotta include gran parte dei Comuni del Ticino meridionale.

 

Alcuni Comuni del Locarnese, che ancora non includono Losone, fanno parte della zona cuscinetto: Ascona, Brissago, Gambarogno, Locarno, Ronco S/Ascona.

 

Nonostante il nostro Comune non sia ancora stato colpito, è importante conoscere le misure intraprese nel resto del Ticino per evitare di trasportare inavvertitamente l’insetto.

 

Inoltre, chiunque abbia dei sospetti circa la presenza di adulti o di larve di popillia giapponese a Losone o in altre parti è obbligato a notificarlo immediatamente al Servizio fitosanitario cantonale che, se necessario, provvederà a eseguire un sopralluogo o un monitoraggio dell’area e a disporre le necessarie misure di contenimento. 

 

Le misure da rispettare

Nella zona focolaio devono essere messe in atto le seguenti misure:  

 

  • compostaggio: il materiale di compostaggio proveniente da impianti sprovvisti di contenitori di fermentazione termoregolati e di vagliatura finale del compostaggio non può essere utilizzato al di fuori di tale zona;
  • materiale vegetale: durante il periodo di volo dell’insetto (giugno-settembre) il materiale vegetale derivante dalla manutenzione del verde deve essere triturato finemente prima del trasporto e può essere consegnato esclusivamente agli impianti di compostaggio centralizzato di Mendrisio e Breggia. Questo materiale andrà obbligatoriamente vagliato;
  • terra di scavo: è vietato spostare lo strato superficiale del terreno fino a una profondità di 30 centimetri al di fuori della zona focolaio. In alternativa, ma solo esclusivamente al di fuori del periodo di volo dell’insetto, può essere conferito in discarica e interrato a una profondità di almeno 2 metri, previa autorizzazione dell’Ufficio dei rifiuti e dei siti inquinati. Durante il trasporto devono essere adottate tutte le misure per evitare la dispersione di materiale.
 

Nella zona di lotta (compresa la zona focolaio) devono essere messe in atto le seguenti misure:

 

  • è vietato spostare ogni tipo di pianta con terra associata alle radici, compresi i rotoli di tappeto erboso precoltivato, al di fuori dei limiti di tale zona;
  • la vendita e il trasporto di piante che si trovano in questa zona sono consentite ai vivaisti, ai giardinieri e ai centri per il giardinaggio unicamente se a radice nuda o se in possesso di un’autorizzazione speciale annuale del Servizio fitosanitario cantonale.
 

Il Servizio fitosanitario monitora con attenzione l’evoluzione della situazione con l’obiettivo di contenere la diffusione della Popillia japonica. 

 

Per maggiori informazioni:

Servizio fitosanitario della Sezione dell’agricoltura

Cristina Marazzi

cristina.marazzi@ti.ch

tel. 091 814 35 85

Martedì 19 Maggio 2020Ritorna
Il coleottero giapponese Popillia japonica.
 
..

Torna su

Servizi comunali

Ticino e Svizzera

www.ti.ch
www.admin.ch
www.ch.ch
www.parlament.ch
www.gov.ch

 

Area municipio

Vai al Login

 

© 2015 - Comune di Losone

Credits
Note legali